fbpx Guida fiscale semplice per gli americani nella Repubblica Dominicana | Proprietà Blue Caribbean

Guida fiscale per gli americani nella Repubblica Dominicana

Il bel tempo, un sistema legale favorevole agli espatriati e un rifugio dalle tasse elevate, la Repubblica Dominicana è un luogo molto popolare per gli americani che scelgono di vivere all'estero. Tuttavia, a causa delle ragionevoli aliquote fiscali nella Repubblica, gli americani sono soggetti non solo ai requisiti di rendicontazione come FBAR, ma anche alle tasse sugli espatriati dovute al governo degli Stati Uniti.

Tasse sugli espatriati statunitensi - Repubblica Dominicana

I cittadini statunitensi, così come i residenti permanenti, sono tenuti a presentare la dichiarazione dei redditi per espatriati al governo federale ogni anno, indipendentemente da dove risiedono. Insieme alla tipica dichiarazione dei redditi, molte persone sono anche tenute a presentare una dichiarazione che dichiari le attività detenute in conti bancari in paesi stranieri utilizzando il modulo FinCEN 114 (FBAR).

 

Gli Stati Uniti sono tra i pochi governi che tassano i redditi internazionali guadagnati dai loro cittadini, così come dai residenti permanenti, residenti all'estero. Esistono, tuttavia, alcune disposizioni che aiutano a proteggere da una possibile doppia imposizione. Questi includono:

 

L'esclusione del reddito da lavoro straniero. Questa esclusione consente di escludere 103,900 USD (questo importo è per le tasse del 2018) dal reddito da lavoro da fonti estere.

Un credito d'imposta che consente di ridurre l'imposta sul reddito residuo in base alle imposte pagate ai governi stranieri.

Un'esclusione dall'alloggio straniero che consente esclusioni aggiuntive dal proprio reddito per alcune somme pagate per coprire le spese domestiche dovute al soggiorno all'estero.

Preparare una dichiarazione dei redditi di qualità seguendo una corretta pianificazione fiscale dovrebbe consentire di utilizzare queste, così come altre strategie, per ridurre al minimo o eventualmente eliminare la responsabilità fiscale. Si noti che nella maggior parte dei casi è richiesta la presentazione di una dichiarazione dei redditi, anche se le tasse non sono dovute.

 

Chi si qualifica come residente nella Repubblica Dominicana?

Quando una persona è stata nella Repubblica per oltre 182 giorni durante un anno fiscale, è considerata residente. È consentito che i giorni abbiano degli intervalli tra loro a condizione che si sommino a oltre 182 giorni. Una volta che una persona è residente per tre anni, deve pagare le tasse in base al proprio reddito in tutto il mondo.

 

Aliquote fiscali per la Repubblica Dominicana

Le aliquote dell'imposta sul reddito nella Repubblica Dominicana sono progressive. Le tariffe raggiungono un massimo del 25%. Le aliquote fiscali a partire dal 2018 sono:

 

imposte Tasso   Reddito imponibile

0% On DOP 0 - DOP 416,220

15% DOP 416,220 - 624,329

20% DOP 624,3291 - 867,123

25% Oltre DOP 867,123

 

Si considera reddito qualsiasi reddito derivante da attività, beni, guadagni (raccolti o solo maturati), benefici e plusvalenze.

 

La Repubblica Dominicana tasserà il reddito estero?

Se una persona è residente e lo è da un minimo di tre anni, pagherà le tasse in base al proprio reddito in tutto il mondo.

 

Quando sono dovute le tasse nella Repubblica Dominicana?

Per le società, possono scegliere tra quattro possibili date di fine per l'anno fiscale: 31 marzo, 30 giugno, 30 settembre e 31 dicembre (che è la più popolare). La dichiarazione dei redditi deve essere presentata entro 120 giorni dalla fine dell'anno fiscale prescelto. Vengono inviati alla Direccion General de Impuestos Internos (DGII). Può essere richiesta una proroga della data di scadenza purché la richiesta sia presentata prima della scadenza. Si noti inoltre che le coppie sposate non possono presentare dichiarazioni congiunte - ciascuna deve presentare una dichiarazione separata.

 

Previdenza sociale della Repubblica Dominicana

Tutti coloro che vivono nella Repubblica, siano essi cittadini dominicani o stranieri, devono contribuire al sistema di sicurezza sociale dominicano. Le tasse di previdenza sociale si basano sui guadagni dei dipendenti. Attualmente, il 3.04% è tassato per l'assicurazione sanitaria. L'imposta per il fondo pensione è del 2.87%. Il contributo massimo per l'assicurazione sanitaria è 4,100. Per la cassa pensione è 20 volte il salario minimo. Nel calcolo dell'importo dell'imposta sul reddito dovuta, i contributi previdenziali sono deducibili.

 

Trattato fiscale

Sebbene la Repubblica Dominicana abbia trattati fiscali con alcuni paesi, sfortunatamente, gli Stati Uniti non sono uno di questi. Per questo motivo, è importante utilizzare le opzioni che l'IRS mette a disposizione per ridurre al minimo la doppia imposizione, inclusa l'esclusione sul reddito estero e il credito d'imposta.

 

Tasse della Repubblica Dominicana

Insieme all'imposta sul reddito, ci sono tasse di altro tipo nella Repubblica.

 

La compensazione non in contanti è tassabile. Ciò si applica a vantaggi quali stipendio per l'alloggio, spese di trasferimento, indennità per vestiario, indennità per i pasti, iscrizioni a club, costi per il pendolarismo, rimborso per l'istruzione e altri benefici. Sebbene si applichino alcune eccezioni, in genere, gli espatriati saranno tassati su tutto il loro risarcimento, comprese le forme di risarcimento non in contanti.

 

Ci sono anche tasse sulle plusvalenze, che includono oggetti d'antiquariato, arte, attrezzature e macchinari dell'imprenditore, brevetti, obbligazioni e iscrizioni. L'aliquota fiscale è progressiva dallo 0 al 25%. Le imposte sulle plusvalenze devono essere contabilizzate durante lo stesso periodo d'imposta in cui è avvenuta la cessione dei beni.

 

Quando il valore di un immobile supera i sei milioni e mezzo, è soggetto a una tassa dell'1%. Le tasse sulle donazioni e sulla successione sono imposte alle proprietà dei cittadini dominicani, così come le donazioni situate nei domenicani. In questi casi, l'aliquota fiscale è del 3% del valore totale.

 

Infine, gli espatriati devono essere consapevoli dell'IVA al 18%. Questa tassa è dovuta ogni mese il giorno 20.

Ti consigliamo vivamente di contattare un professionista fiscale per i dettagli completi su tutte le questioni fiscali. 

* Fonte articolo www.taxesforexpats.com

Confronta gli elenchi

Confrontare